CORONAVIRUS: ecco QUALI sono le DUE REGIONI a più ALTO RISCHIO CONTAGIO nell'ULTIMO Report del Ministero Sanità


Come ribadito oggi dal dott. Brusaferro dell’Istituto Superiore dì Sanità, gli occhi sono puntati sui CONTAGI. Ok alle aperture e alla fiducia negli italiani, ma con la massima prudenza per evitare la possibilità di focolai e di nuove ondate, che potrebbero mandare KO il sistema sanitario nazionale. Per questo ci sono dei documenti relativi alla capacità di reazione delle regioni. In questo report (fatto di 21 indicatori), che si basa sui dati raccolti dall’11 al 17 maggio, ci sono DUE REGIONI a RISCHIO MODERATO mentre le altre sono a RISCHIO BASSO. Parliamo di Lombardia e Valle d’Aosta.

Innanzitutto alcune buone notizie: In Molise, la classificazione è passata da moderata a bassa dopo il focolaio di trasmissione attualmente in fase di controllo che ha prodotto un temporaneo aumento nel numero di positività nella scorsa settimana. Parliamo del funerale rom che ha fatto schizzare i contagi a 72. In Umbria la contagiosità è tornata bassa.

Al contrario In Lombardia il rischio è ancora moderato a causa dei nuovi casi segnalati ogni settimana seppur in diminuzione. La conferma arriva anche da una riduzione dei segnali di sovraccarico dei servizi sanitari.

Male la Valle D’Aosta che ha visto ultimamente aumentare i casi, pur rimanendo su valori bassi.

La conclusione del report è che "le misure di lock-down in Italia hanno permesso un controllo dell'infezione da Covid-19 sul territorio nazionale pur in un contesto di persistente diffusione del virus, con incidenza molto diversa nelle 21 regioni". A causa di nuovi focolai la situazione è "epidemiologicamente fluida in molte aree italiane", il che richiede "il rispetto rigoroso delle misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione, quali l'igiene individuale e il distanziamento fisico".

FONTE: Ilmeteo.it