CORONAVIRUS: siamo alla FOLLIA! Senza MASCHERINE e Nessun DISTANZIAMENTO in Spiaggia.


Il coronavirus? Per una buona fetta d’italiani è già un lontano ricordo, almeno questa è l'impressione guardando le immagini di pura follia del weekend appena trascorso.
Complice il bel tempo (anche se non sono mancati improvvisi temporali) le spiagge dei litorali italiani sono state prese d’assalto creando un pienone di gente, senza mascherine e distanziamento sociale. Da Jesolo ad Ostia, da Napoli e fino al Salento. Tutti insieme, per dare il via all’estate italiana ai tempi del COVID-19. Le spiagge, come narrano le foto, sono diventate in alcuni casi dei veri e propri formicai con ombrelloni e sdraio a pochissima distanza l’uno dall’altro. Ma non solo. Mascherine assenti per gran parte di coloro che si sono goduti la tintarella.

"C’è chi non la indossa per strada in Lombardia, dove è ancora obbligatoria. Figuriamoci in spiaggia, sotto il sole, con la convinzione (non supportata dalla comunità scientifica) che il caldo uccida il virus. Di sicuro, non avevano la mascherina i bagnanti accalcati come sardine nel Lido di Camaiore, verso Pietrasanta. Difficile pensare che fossero tutti parenti e quindi stessero rispettando le indicazioni anti Covid dell’Istituto superiore di sanità pubblicate il 4 giugno. A Viareggio peggio ancora: capannelli di coetanei sotto l’ombrellone, per certo non gemelli, anche lì a meno di un metro. A Jesolo un tappeto di ombrelloni spalancati". E’ questa la denuncia di coloro che sono preoccupati per questa incredibile situazione.

A tal proposito, il virologo Fabrizio Pregliasco ha dichiarato: "sono un ottimista, ma anche prudente. E ora più che mai dobbiamo tutti avere buon senso, al lavoro come al mare. Ero con un collega e gli ho passato al volo il mio telefonino. Quando me lo ha restituito ci siamo guardati e abbiamo concluso che una cosa così non ce la possiamo più permettere”. Per quanto riguarda le MASCHERINE invece? “Vale pena indossarla sempre per arrivare e per andarsene, e nei momenti in cui si va al bar. Quando si è tranquilli e con la giusta distanza non serve".

FONTE: ilmeteo.it