Notizie RSS



Coronavirus, nasce un innovativo kit diagnostico rapido: un’invenzione tutta Campana

Coronavirus, nasce Immunocovid, un innovativo kit diagnostico rapido: un’invenzione tutta Campana frutto della collaborazione tra l’ospedale San Pio di Benevento e l’Unisannio. Il test è affidabile e contiene Igg e Igm, i due tipi di immunoglobuline del sangue che aumentano in fasi diverse della malattia e permettono di verificarne la presenza nel corpo. Coronavirus, Benevento: nasce Immunocovid Il progetto è stato presentato ieri, nella sala convegni dell’ospedale Rummo di Benevento. Il progetto è il frutto della collaborazione istituzionale tra l’azienda ospedaliera “San Pio”, l’Unisannio e l’azienda collegata all’ateneo sannita, la Genus Biotbech. Il test rapido frutto della collaborazione tra Unisannio e il San Pio Il progetto è stato testato ed è già accreditato, si tratta dunque di un kit attivo e dispobinile a tutti gli effetti. Il test è stato effettuato su campioni di sangue del 2018, per avere la certezza che si...

Continua a leggere



Coronavirus Italia, news di oggi. Covid colpisce consumi, Istat: -4% in primi 3 mesi

Le stime preliminari del primo trimestre 2020 mostrano che le misure di contenimento della diffusione del Covid-19 hanno prodotto un calo della spesa media mensile rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.  La task force di Vittorio Colao ha consegnato al premier Conte il suo piano per la fase 3. Sei le macro-aree individuate per "un'Italia più forte, resiliente ed equa".  Tra le misure, il rinvio del saldo delle imposte 2019 e dell'accordo 2020, escludere il Covid dalla responsabilità penale delle imprese, accelerare sul 5G e banda larga per i meno abbienti, rinnovo dei contratti a termine, sanatorie su lavoro nero e contante. La Croce Rossa intanto annuncia che l'indagine sierologica per mappare la circolazione del virus e' stata prorogata a fine giugno: "Ci aspettavamo una maggiore adesione". Banche, Autorità...

Continua a leggere



Da oggi al via la sperimentazione dell’app Immuni in quattro Regioni, già 2 milioni i download

L'applicazione Immuni "è già attiva su tutto il territorio, su scala nazionale, e oggi inizia la sperimentazione in quattro Regioni", ossia Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia, dove "parte il sistema sanitario e gradualmente entreranno le altre a livello nazionale". Lo ha detto la ministra dell'Innovazione Paola Pisano, intervenuta a Unomattina su Rai 1. L'app, ha spiegato, "è stata accolta bene dai cittadini, che ne hanno apprezzato la semplicità di utilizzo e anche l'utilità. A oggi è stata già scaricata da più di 2 milioni di persone". Scaricare Immuni perché "è utile in questo momento di ripresa delle attività, per muoversi in sicurezza e diminuire la probabilità di nascita di focolai improvvisi e soprattutto per tutelare noi stessi e le persone a noi care". È l'invito ribadito dalla ministra Pisano. Inoltre,...

Continua a leggere



Covid-19. "Quanti protocolli inutili. Bastano le mascherine"

Roma, 5 giugno 2020 - La mascherina, le distanze e l’igiene sono misure chiave da mantenere per la nostra incolumità. Ma certe ossessioni, che sembrano diventate vere e proprie nevrosi, poco hanno a che vedere con le cautele necessarie per combattere il Coronavirus. Un esempio per tutti, i guanti di lattice nei locali pubblici. Talvolta vengono utilizzati a sproposito, entrano a contatto con oggetti diversi, alimenti e denaro sporco. Sarebbe meglio in certi casi avere piuttosto le mani libere e igienizzarle spesso. Ne parliamo con Alessandro Miani, presidente della Società italiana di medicina ambientale. Professor Miani, tra obblighi, divieti e raccomandazioni si finisce per non capirci più nulla."Nei locali chiusi, come potrebbe essere un centro commerciale, una mascherina è la soluzione giusta per difenderci, basta quella,...

Continua a leggere



Coronavirus, Brusaferro: “No al riuso delle mascherine. Possibile seconda ondata, ma meno violenta”

Parla della pandemia davanti alla Commissione ‘ecomafie’, sconsiglia il riuso delle mascherine chirurgiche ed è contrario a un’eccessiva pulizia delle superfici. Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) Silvio Brusaferro, durante l’audizione in Commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti ha detto che “adesso guardiamo la pandemia con un po’ più di serenità”, anche se “con grande attenzione”. E se ci sarà una seconda ondata, sarà “meno violenta”. “Non è scontata e non si può escludere – ha detto – ma non si possono fare paragoni con quanto abbiamo vissuto. Comunque non avrà lo stesso impatto della prima. Dobbiamo poi distinguere la possibile aumentata circolazione del virus dagli effetti che questa può provocare: gli scenari futuri saranno determinati da come monitoriamo, dall’evoluzione delle conoscenza scientifica e degli strumenti di prevenzione, di diagnosi e terapeutici, dalle strutture e risorse sanitarie in campo e da come ci comportiamo”. Oggi, rileva,...

Continua a leggere